Vini

Da oltre sei secoli su queste colline hanno sempre fiorito vigneti e maturato uve pregiate.
La nostra missione è quella di mantenere un etica di rispetto dei valori di un tempo, incentrati nel sostegno della natura e nella difesa della pianta, del terreno.
Coltiviamo e produciamo ormai da molti anni completamente in biologico grazie anche a straordinarie condizioni uniche, proprie solo di questa morbida collina posta a sud del Monte Subasio.

 

La ricchezza del terroir e microclima creano le condizioni ottimali per trasmettere all’uva le sostanze nutritive necessarie, regalandoci tante varietà di uve diverse dal gusto e dalla qualità unica. Il vento ricopre nel nostro lavoro un ruolo fondamentale, grazie alla brezza costante della nostra zona i vigneti si mantengono sani, limitando il proliferare di malattie favorite dall’umidità.

 

La Vendemmia viene eseguita tutta a mano, i grappoli raccolti vengono selezionati e riposti in piccole cassette, limitando lo stress del frutto e conservando intatte le proprietà organolettica. La pressatura avviene nel giro di due ore dalla raccolta evitando il surriscaldamento dei mosti, controllandoli cosi solo nelle nostre botti a temperatura costante.

 

A partire da questo atto pubblico del 1375 è certificata la vocazione delle terre vineate di San Lorenzo di Rapecchiano. Foligno 1375 maggio 20, un appezzamento di terreno in vocabolo Rapecchiano, confina, tra l’altro,con la proprietà del monastero. (Sezione dell’archivio di stato, archivio notarile, atti Giovanni Germani 1374-1377.)